Le casette

Martina
Martina
 

“Le chiamo così, per un senso di appartenenza. Le ho immaginate ancor prima di realizzarle, quando erano ancora parte di un vecchio ed abbandonato rudere. Hanno i nomi di fanciulle, e, come ogni fanciulla, ciascuna ha uno stile proprio, ognuna racconta una storia che si perde nel tempo. Non ho voluto rinunciare alla comodità e alla tecnologia che ogni turista si aspetta, ma mi son posta l’obiettivo di far godere a ogni mio ospite la terra che le custodisce: la terra di Toscana. Quindi il Podere delle Fanciulle come l’origine per ogni viaggio in questa meravigliosa regione”.

                                                                                                                                                                                       Alessandra

La costruzione, di origine rurale, simile a un piccolo villaggio, è articolata in un’antica abitazione padronale con annesso fienile e quattro terra tetto, suddivisi in cinque abitazioni, “Le casette”.
La ristrutturazione è stata effettuata nel rispetto dei vincoli paesaggistici, del luogo e delle sue caratteristiche intrinseche, dando all’osservatore una sensazione di vissuto. Sono stati impiegati materiali di recupero, come le tavole dei vecchi tini, le pianelle di cotto, le travi in legno e le pietre faccia vista, in sintonia con lo stile locale.
Se gli esterni rimandano al passato, l’interno è moderno, sebbene caldo e accogliente. Gli oggetti lavorati a mano (specchiere, tavoli ), i dipinti e le statue di fanciulle richiamano la precedente destinazione d’uso. I materiali prediletti sono quelli naturali, i legni spazzolati per rendere visibile l’essenza, le pitture a calce, il cotto sabbiato e cerato.
Ogni abitazione ha colori propri, dalle calde sfumature del legno al rosso del mattone; dal grigio della pietra serena al nero dell’ardesia; dalle vibrazioni solari del giallo alle luminose superfici bianche, dove il tempo e la luce si dilatano.